Restare immobili!

Siamo negli anni Quaranta dell’Ottocento, tra i primi ad offrire il meglio dalle fotografie impressionistiche che si ottenevano attraverso la calotipia, procedimento messo a punto da William Henry Fox Talbot (1800-1877), ci furono due scozzesi: David Octavius Hill e Robert Adamson.

Adamson raggiunse da subito degli ottimi risultati che gli valsero una certa notorietà, mentre Hill si dedicava alla pittura; nel 1843 quest’ultimo decise di realizzare un dipinto che raffigurasse i quattrocentosettantaquattro personaggi dello scisma della Chiesa di Scozia. Hill pensò bene di servirsi di fotografie, e di rivolgersi ad Adamson. Nacque così una collaborazione storica nel campo della fotografia.

Il primo reportage della storia 

Nel 1843 Hill e Adamson cominciarono a realizzare una lunga serie di fotografie della comunità di pescatori di Newhaven, vicino Edimburgo. Insieme i due realizzarono quello che ormai viene definito il primo reportage fotografico della storia, per la prima volta venne documentata la vita di una comunità, quella dei pescatori e delle donne di Firth of Forth.  Di molti dei soggetti ritratti, Hill e Adamson registrarono anche i nomi, mostrando una certa attenzione e rispetto per le persone. I due minuti necessari all’esposizione dei negativi di carta utilizzati, richiesero una paziente collaborazione da parte dei fotografati, che però molte volte inevitabilmente non riescono a tenere una totale immobilità, risultando mossi.

 

9139e3fcf36cb9b9d22adcb71cc08764f63a--annie-robert-richard

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...